Dare voce al lutto perinatale

Proposta di formazione per educatrici, educatori e operatrici della nascita, in partenza il 23 novembre 2019.

Sembra un ossimoro: come si può morire prima o mentre si nasce? Morte e nascita, morte e bambini sono infatti parole che non dovrebbero trovar alloggio sulla stessa riga, possibilmente neppure nella stessa pagina. Eppure la morte in utero non è una bestemmia semantica, ma un evento possibile. Arriva dove è stata la vita, altrimenti non ci sarebbe spazio per lei.

Perché occorre come educatori e operatrici della nascita occuparsi di lutto?

Vorremmo offrire l’opportunità di togliere il velo del silenzio che accompagna il lutto, restituendo voce a chi l’ha persa o mai trovata.

Perché occuparsi del dolore che rimane é una forma di iniziale e preziosa cura.

Il corso si propone di:

  • Approfondire la conoscenza del tema nei suoi diversi aspetti;
  • Sensibilizzare gli operatori ai bisogni dei bambini, delle donne/madri, dei padri che hanno subito una perdita in ambito perinatale;
  • Stimolare una riflessione che riguarda il processo di cura/sostegno e gli attori che ne fanno parte;
  • Migliorare la qualità della comunicazione che si riflette sulla cura, garantire rispetto e dignità dell’individuo e del suo dolore, individuare le azioni specifiche al tema;
  • Aiutare gli educatori e le operatrici ad acquisire una maggiore consapevolezza sulle dinamiche che entrano in gioco nel lutto perinatale e a trovare le strategie per essere accanto alle donne/madri nel rispetto del loro dolore e del momento che stanno vivendo.

Per informazioni: https://www.melogranotv.org/il-lutto-perinatale/

Novembre 2019 – 5ª edizione

Idea Sociale, in collaborazione con l’associazione Il Melograno – Centro Informazione Maternità e Nascita di Treviso, offre un percorso formativo in grado di qualificare personale, anche maschile, addetto alla cura dei piccoli.

Gli obiettivi

  • creare un’offerta di lavoro qualificata che risponda ai bisogni reali dei bambini e delle bambine e dei loro genitori;
  • trascendere il termine Baby sitter, che sta seduto/a e osserva il bambino e la bambina senza partecipare attivamente alla relazione, valorizzando invece l’osservazione partecipata;
  • offrire l’opportunità sia teorica che pratica di approfondire la specificità di un’attività educativa a domicilio;
  • valorizzare l’esperienza personale delle madri e dei padri per trasformarla in un’opportunità lavorativa adeguatamente qualificata;
  • organizzare un percorso formativo, anche per personale maschile, normalmente non coinvolto nei servizi educativi per la prima infanzia;
  • istituire un apposito elenco delle Tate a domicilio formate e qualificate che, tramite la coordinatrice del progetto, viene presentato alle famiglie interessate a questa tipologia di servizio.

Per informazioni: Scuola delle Tate

La formazione propone un viaggio­ nel libro come prezioso strumento di lavoro nella relazione tra adulto e bambine e bambini della primissima infanzia.

Durante il corso verranno spiegati: il progetto, i significati de I Prelibri di Bruno Munari, il cui obiettivo era quello di creare un “campionario di sensazioni”, e come sceglierli nel percorso educativo.

Verrà data a ciascun partecipante, la possibilità di creare i 12 volumi e relativo contenitore, realizzati con materiali ispirati a I Prelibri.

L’attività, rivolta a educatori e adulti significativi, si svolgerà con la collaborazione dell’Associazione Il Melograno Nazionale – Centro Informazione Maternità e Nascita, Cooperativa Idea Sociale di Treviso, Percorsi per Crescere di Castellanza (VA), il sistema bibliotecario Valli dei Mulini di Malnate e il Comune di Treviso.

La formazionesi svolgerà presso Edizioni Corraini a Mantova il 12 e 13 ottobre 2019.

Per ulteriori informazioni, visita la pagina dedicata nel sito di Idea Sociale cliccando qui.

Appunti per genitori imperfetti e affettuosi
24 giugno, 1, 8, 15 luglio

Orari: gruppo mattutino (ore 10.00) – gruppo serale (ore 20.30)

Il percorso di formazione è basato sul Circolo della Sicurezza-Parenting®, un programma ideato per supportare genitori, educatori e chi si occupa di bambini e bambine, ragazzi e ragazze, da 0 ai 18 anni di età.

Utilizzeremo mappe, filmati, immagini e schede coinvolgenti che aiutano a osservare, a comprendere e a rispondere per quanto possibile ai bisogni di ognuno, riparando alle rotture relazionali quando necessario. Non è mai troppo tardi per aumentare il benessere tra grandi e piccoli. Utile agli adulti che vogliono riflettere sulla propria esperienza, può offrire strumenti anche a chi vive una genitorialità che pone richieste complesse: genitori separati, genitori adottivi, affidatari, volontari che si occupano di solidarietà tra famiglie…, genitori ed educatori di bambini con bisogni particolari.

Il Circolo della Sicurezza-Parenting® coniuga la semplicità di un linguaggio aderente alla vita quotidiana al rigore scientifico, essendo radicato in un ampio e consolidato percorso clinico e di ricerca.

Il percorso estivo prevede 4 incontri della durata di circa 2 ore, a cui seguiranno, per chi lo desidera, altri 3 incontri programmati in settembre – ottobre 2019.
Il costo dei 4 incontri è di 80€.

Verranno formati 2 gruppi condotti dalla dott.ssa Silvia Zottarel – Psicologa psicoterapeuta, educatrice del “Circolo della Sicurezza-Parenting®”.

Per maggiori informazioni e iscrizioni, scrivere a silvia.zottarel@ideasociale.org o telefonare al numero 3392195490 (dalle 8.00 alle 13.30).

Massaggiare il proprio bambino anche in estate? Perchè no!
Questo ciclo di incontri è proposto nel tardo pomeriggio, per evitare di uscire con il proprio bambino nelle ore più calde.

Il massaggio infantile non è una tecnica, ma un modo di stare con il proprio bambino. è un’antica tradizione presente in culture di molti paesi, recentemente riscoperta e diffusa. L’evidenza clinica e gli studi ne confermano l’effetto positivo sullo sviluppo e sulla maturazione del bambino a diversi livelli. Con il massaggio possiamo accompagnare, proteggere e stimolare la crescita e la salute del nostro bambino.

Il massaggio è un mezzo privilegiato per comunicare e stare in contatto con il proprio bambino; favorisce il legame di attaccamento e aiuta a sviluppare uno stato di benessere; facilita la conoscenza delle varie parti del corpo, facendo sentire il bambino sostenuto e amato; può aiutare a dare sollievo alle tensioni provocate da stress o piccoli malesseri; utile per stimolare, fortificare e regolarizzare il sistema circolatorio, respiratorio, muscolare, immunitario e gastro-intestinale (“coliche gassose”); può essere un sostegno nei disturbi del ritmo sonno-veglia; è un’esperienza di profondo contatto affettivo tra genitore e bambino e favorisce il rilassamento di entrambi.

Conduce gli incontri Sonia Sferragatta, insegnante di massaggio infantile.

————————-

A chi è rivolto: alle bambine e ai bambini da 0 a 1 anno, insieme a mamma e/o papà.
Durata: 5 incontri a cadenza settimanale della durata di 1 ora e 30 minuti ciascuno.
Quando: da martedì 18 giugno dalle 17.30 alle 19.00.
Quota di partecipazione: euro 85,00. Per partecipare è necessario essere soci.